NOW! Giovani artiste italiane

giovani artiste italiane

Trasferta in Emilia-Romagna per due intrepidi inviati di Collaab. In occasione dell’annuale Festival della nota rivista ‘Internazionale’, in edicola ogni settimana, ci siamo recati a Ferrara dove abbiamo potuto “curiosare”, oltre che alle attività promosse dalla manifestazione, anche alle numerose iniziative d’arte contemporanea.
Il festival, nato nel 2007, è organizzato da Internazionale in collaborazione con il comune e la provincia di Ferrara, l’Università degli Studi di Ferrara e la regione Emilia-Romagna, e prevede tre giorni di eventi gratuiti e aperti a tutti.
Durante le giornate di venerdì 4, sabato 5 e domenica 6, il centro storico di Ferrara è stato ricco di workshop, conferenze in live-streaming, mostre, concerti, proiezione di documentari e di incontri con giornalisti, scrittori e artisti provenienti da tutto il mondo.
Nell’edizione dell’anno scorso, Internazionale a Ferrara ha registrato 66mila presenze.
Per dare un’occhiata al programma completo dell’edizione di quest’anno, davvero ricchissimo, cliccate sul link: http://www.internazionale.it/festival/programma/
Tra un evento ed un altro, la nostra attenzione è stata catturata in particolari modo da “NOW! Giovani artiste italiane”, una mostra inaugurata all’inizio del mese all’Ex Refettorio del Complesso di San Paolo, e che vede esposti alcuni lavori di quattro artiste under 35.
La collettiva, curata da Lola G. Bonora e Silvia Cirelli, è stata organizzata dall’UDI Ferrara e dal Comitato Biennale Donna e nasce con l’intento di promuovere e diffondere il panorama e la varietà d’espressione dell’arte contemporanea nostrana femminile, confermando quanto sia vivace e talentuoso il panorama artistico italiano.
L’esposizione presenta proiezioni, mini-video, sculture ed altre installazioni, un panorama eterogeneo che ben si sposa col suggestivo “contenitore espositivo” costituito  dall’ex refettorio.
Le opere proposte sono di Ludovica Carbatta (’82, Torino), Laurina Paperina (’80, Rovereto), Silvia Giambrone (’81, Agrigento) e Elisa Strinna (’82, Padova), artiste il cui approccio e linguaggio si differenziano notevolmente sia per forma che per contenuto.
Tra le giovani espositrici siamo rimasti colpiti in modo particolare dall’arte dissacrante di Laurina Paperina, diplomata nel 2005 all’Accademia di Belle Arti di Verona e con alle spalle già numerose esposizioni personali.
La giovane artista è conosciuta anche oltre confine per la sua concezione politically incorrect dell’arte, una linea ispirata da internet e televisione e ben visibile nella sua arte in cui ironia, cinismo e ambientazioni splatter la fanno da padroni. All’interno di NOW!, Paperina presenta il suo lavoro con tre opere: un’enorme Marmottone (installazione a muro) che si divora i piccoli disegni dell’artista; Artist Skull, collage di 289 post-it rappresentanti personaggi reali ed inventati e che nell’insieme costituiscono un enorme teschio rosa; e, infine, How to kill the artists, installazione costituita da tre video-animazioni di pochi minuti che si concentrano sulla figura di artisti famosi che vengono aggrediti in modo macabro dalle loro stesse opere.
http://www.laurinapaperina.com

 

 

Share Button

Lascia una risposta