CuriosArte – Pittura – I dipinti iperrealisti di Patrick Kramer

Patrick Kramer

Avete mai conosciuto uno puntiglioso? Ma puntiglioso al punto tale che la cosa possa essere interpretata come un’ossessione? Bene, se per vostra fortuna non avete mai fatto questa esperienza, ve ne presento uno, l’artista statunitense Patrick Kramer. Egli ha studiato pittura al college e, presa coscienza di questo suo problema, ha deciso di trovare un escamotage (o una cura) e di sfogare il suo eccesso di zelo in qualcosa di creativo. Nascono così i suoi dipinti a olio iperrealisti, lavori in cui è immediatamente percepibile la sua precisione maniacale per i particolari, tanto maniacale che la differenza fra essi e le fotografie da cui sono stati diligentemente “copiati”, è quasi impercettibile. Egli dichiara che, per realizzare una delle sue opere, impiega tipicamente da 1 a 6 settimane, specificando (ovviamente) che ciò significa da 50 a 300 ore.
Beh che dire? Se questi sono i risultati, spero che l’esempio di Patrick faccia da ispirazione per altre persone “affette” dallo stesso “male”. L’idea di uno sfogo creativo dei disturbi e le ossessioni, ironia a parte, è interessante e, a mio parere, può rappresentare una via d’uscita o comunque un ottimo modo per incanalare la negatività di certi atteggiamenti e trasformarla in qualcosa di positivo.
Detto questo, vi lascio alle opere. Buona visione!

Barbara Picci
@brababella

LINK UTILI:
Website | Instagram | Facebook fan page

Via boredpanda.com

Share Button

Lascia una risposta