TUZLA STREET ART

TUZLA STREET ART

In questi giorni in cui la Bosnia è pervasa da tensione e tumulti popolari noi di Collaab abbiamo deciso di fare due chiacchiere con alcuni street artist del luogo. In questo post infatti, vi parleremo dei graffitari di Tuzla, una città della Bosnia orientale che porta su di sé gli evidenti segni delle guerre balcaniche. Ed è proprio qui che vivono Shaby e Zoer, ragazzi che “gridano” più forte che possono imbrattando i muri con graffiti e tag. Per farsi sentire e per non rimanere soffocati dal grigiore di un paese che forse non li ama quanto loro amano lui. Ecco la vita underground, quella che facendo arte non ti fa guadagnare 40.000€ ma che invece ti fa sputare sangue per comprarti una bomboletta. Ci abbiamo parlato con questi ragazzi-artisti ed incarnano perfettamente l’immagine del graffitaro doc che tutti si immaginano: grezzo ed istintivo. Alcuni di loro sono cresciuti in orfanotrofio, figli di gente qualunque morta durante una guerra che non gli apparteneva, altri in qualche appartamento anonimo delle strade di Tuzla. Zoer con la sua crew, i “Bug is bolesni u glavu” (Crazy in the brain, di cui fanno parte sei persone), ha iniziato il suo percorso artistico alle scuole medie, facendo graffiti unicamente per lo scopo artistico e per l’elettrizzante adrenalina che provoca fare arte sui muri. Per Shaby e la sua crew, i “TFF (Tuzlas Finest Famely)“ invece è diverso, come ci spiega: “We have 30 members but not only graffiti artists. We have also rappers, djs and hooligans. We are a family”. E alla domanda: “perché i graffiti?”, Shaby risponde: “We do graffiti because we love it. It’s a way to express ourselves and we do it for art and to protest against everything”.
Zoer ci ha anche dedicato un graffito a Tuzla, marchiando un muro con la scritta “COLLAAB” e così ora anche noi ci sentiamo più vicini alla città e a questa realtà della cara Bosnia. Insomma tra tag, freestyle e breakdance guardate cosa realizzano questi ragazzi bosniaci.
Désirée De monte

Share Button

Lascia una risposta